Condividi:

facebook twitter linkedin google email
Pubblicata il 23 maggio 2018 | Documenti Vari

E!State Liberi 2018: campi di volontariato sui terreni confiscati alle mafie

Progetto promosso dal Nuovo Circondario Imolese e dai 10 Comuni che ne fanno parte (Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel Del Rio, Castel Guelfo, Castel San Pietro Terme, Dozza, Fontanelice, Imola, Medicina, Mordano) e finanziato dalla Regione Emilia Romagna sulla L.R. 14/2008. Il progetto si avvale della collaborazione di LIBERA – Presidio del Circondario Imolese.

Il Progetto prevede la selezione di giovani per la partecipazione a campi di lavoro su terreni confiscati alle mafie. E' rivolto a ragazzi e ragazze dai 16 ai 28 anni, residenti nei Comuni sopraelencati (16 anni devono essere compiuti entro la data di partenza – 28 anni alla data di partenza). I giovani che non hanno la maggiore età alla data di presentazione della domanda, devono presentare una liberatoria dei genitori o di chi ne esercita la patria potestà.

L'esperienza dei campi di lavoro ha tre momenti di attività diversificate: il lavoro, lo studio delle tematiche della lotta alle mafie e l'incontro con il territorio per uno scambio interculturale.
Il campo forma e consolida la cultura alla legalità affinché possa contrapporsi alla cultura della violenza e del ricatto. E' l'occasione per i volontari di contribuire al riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie, in modo diretto e responsabile. Il campo di lavoro è anche un momento di commemorazione per restituire il diritto della memoria a coloro ai quali è stato negato il diritto alla vita.
Il campo di lavoro è basato sulla convivenza e l'autogestione e richiede quindi un forte senso di corresponsabilità e una buona comunicazione tra i partecipanti. Ai volontari si richiede massima flessibilità, interesse, motivazione, attiva partecipazione, entusiasmo, buona volontà, rapido adattamento alle varie situazioni incontrate. Il lavoro nei campi comincerà alla mattina presto. La sistemazione sarà basica e spartana. L'alimentazione prevista durante i campi è pensata anche per vegetariani, vegani, celiaci ed allergie varie, previa segnalazione. La cucina sarà gestita dai responsabili del campo con il supporto dei volontari.

Destinazioni

Dal 26 luglio al 1 agosto 2018 ad AFRAGOLA (NA) La Masseria Ferraioli è il bene confiscato più grande della provincia di Napoli. Questo campo si trova in un luogo di campagna, ma vicinissimo alla città; le attività saranno immerse nella natura e nella campagna, ma saranno tantissime le visite e le attività di formazione che permetteranno di incontrare la realtà di Napoli. Le attività formative si concentreranno su alcuni temi in particolare: lotta al caporalato e ruolo del sindacato, inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, contrasto alla violenza sulle donne, difesa dell'ambiente, promozione e valorizzazione delle eccellenze gastronomiche. Sono previste attività manuali sia all'interno del bene confiscato (gestione di orti urbani, creazione di un percorso di memoria nel bene confiscato...) sia fuori dal bene (distribuzione ai cittadini del raccolto, passeggiate di quartiere…). Si dorme in tenda nella corte interna del bene confiscato.

Dal 27 agosto al 2 settembre 2018 a Maiano di SESSA AURUNCA (CE). Il campo si svolgerà sul bene confiscato “Alberto Varoni”, gestito dalla Cooperativa sociale “Al di là dei sogni”. Il bene è suddiviso in 3 lotti; il lotto dove vengono ospitati i campisti è di 7 ettari ed è composto da: una struttura abitativa, una palestra, un agriturismo e un ristorante sociale, un laboratorio di trasformazione dei prodotti agricoli a marchio N.C.O. (Nuova Cooperazione Organizzata) per la realizzazione dell'iniziativa “Facciamo un pacco alla camorra” e una fattoria didattica sociale. Le attività manuali previste sono: coltivazione biologia e raccolta di ortaggi, collaborazione all'interno della cucina, affiancamento all'interno dell'impianto di trasformazione dei prodotti agricoli, cura e manutenzione del Giardino dei Sensi e del Cammino dei 100 passi, attività di riqualificazione del bene, attività di rivalutazione del fiume Garigliano e del parco Ulisse. Gli incontri formativi pomeridiani aiuteranno i ragazzi a comprendere la storia del territorio che li ospita e le forme di resistenza alla criminalità organizzata attualmente attive nella realtà casertana. I volontari pernotteranno in una camerata all'interno di una struttura normalmente adibita a palestra.

Quota di partecipazione

L'organizzazione si farà carico dei costi di viaggio A/R, vitto, alloggio. Ai partecipanti è richiesta una quota di partecipazione € 20,00. I volontari saranno coperti da assicurazione contro gli infortuni e per la responsabilità civile verso terzi.

I volontari saranno accompagnati da un educatore.

Modalità di partecipazione

I giovani interessati dovranno:

1. Presentare entro il 5 giugno 2018 apposita domanda di selezione per la partecipazione:
• domanda di selezione per i campi di volontariato sui terreni confiscati alle mafie;
• scheda di autocertificazione della condizione medico-sanitaria;
• solo per i minori: Liberatoria per la partecipazione di minorenni;
• copia del documento di identità del/della volontario/a e, in caso di minori, del genitore/tutore dichiarante.

La domanda dovrà essere trasmessa al Comune di Imola:
- via e-mail a: comune.imola@cert.provincia.bo.it indicando nell'oggetto “domanda di partecipazione a campo di volontariato”;
- via fax al numero: 0542.602348;
- con consegna a mano presso il Servizio Cultura, Spettacolo e Politiche Giovanili del Comune di Imola, Piazza Gramsci 21, nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì: 8.30-13, martedì anche 15-18.

2. Partecipare ad un colloquio motivazionale di selezione in data 8 giugno 2018 a Imola, presso la Biblioteca della Legalità, Palazzo Monsignani via Emilia 69. In caso di richieste di adesione superiori ai posti disponibili verrà data la priorità a chi non ha mai partecipato ad un campo di Libera.

3. Essere disponibili a partecipare ad un incontro di preparazione al campo prima della partenza e a partecipare, al ritorno dal campo, a iniziative di divulgazione dell'esperienza sul territorio nelle modalità e nei tempi da definirsi.

Data la disponibilità limitata dei posti nei due campi, non è garantita la partecipazione a tutti i richiedenti. I giovani ammessi saranno contattati all'indirizzo e-mail indicato nella domanda per la conferma d'iscrizione e per ogni altra comunicazione.

Maggiori informazioni

Comune di Imola – Servizio Cultura, Spettacolo e Politiche Giovanili
Tel. 0542.602131 – e-mail: progetto.giovani@comune.imola.bo.it
http://www.comune.imola.bo.it/specialegiovani
pagina facebook di Libera – Presidio del Circondario Imolese

Allegati alla pagina
Estate Liberi 2018_Bando
Dimensione file: 334 kB [Nuova finestra]
Estate Liberi 2018_Domanda di selezione
Dimensione file: 51 kB [Nuova finestra]
Estate Liberi 2018_Liberatoria minorenni
Dimensione file: 51 kB [Nuova finestra]
Estate Liberi 2018_Volantino 2018
Dimensione file: 613 kB [Nuova finestra]
Anagrafica dell'Ente
Comune di Castel Guelfo di Bologna
Via Gramsci 10
40023 Castel Guelfo di Bologna
Tel. 0542/639211- Fax 0542/639222
Email: urp@comune.castelguelfo.bo.it
PEC: comune.castelguelfo@cert.provincia.bo.it
P.Iva: 00529031205 - C.F: 01021480379

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti poiché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0 - Mobile friendly

Crediti
La redazione e la gestione di questo sito è a cura dell'URP del Comune di Castel Guelfo. Per inviare segnalazioni:
urp@comune.castelguelfo.bo.it
Pubblicato nel luglio 2012 - Upgrade luglio 2016
Sito realizzato da Punto Triplo

lock Area riservata